LIBERTÀ
EGUAGLIANZA
MONITORE NAPOLETANO
Fondato nel 1799 da
Carlo Lauberg ed Eleonora de Fonseca Pimentel
Anno CCXXI

Rifondato nel 2010
Direttore: Giovanni Di Cecca

Boston - Gli ordigni, le vittime e la foto della seconda bomba Stampa
Scritto da Giovanni Di Cecca   
Mercoledì 17 Aprile 2013 11:31

A differenza dell’attentato di New York del 11 settembre 2001, che pochi minuti dopo già si era a conoscenza di quale matrice era l’attentato, questa volta e dopo 48 ore non c’è ancora un nome ed un volto che possa dire chi sia stato a mettere le bombe rudimentali ma efficaci sulla strada della Maratona.


Gli ordigni.

Le bombe che hanno insanguinato la maratona sono stati fabbricati usando una pentola a pressione riempita di polvere nera con chiodi e biglie da usare come proiettili.

Il metodo di attivazione è ancora da capire, ma l’ipotesi di un timer o di un telefonino sembrano le piste più accreditate.

 

 

Le pentole a pressione usate come ordigni sono una strategia economica e vecchia usate in tutte le parti del mondo, e da tutte le fazioni in lotta.

"Get the Flash Player" "to see this gallery."

Massacro di Boston - Le foto FBI della Bomba

 

Le piste

Premesso che si sta indagando a tutto campo, alcune ipotesi sembrano portare ad Al Qaeda, che seppur tranciata del capo carismatico Osama Bin Laden (il 2 maggio ricorre il secondo anniversario della morte di Bin Laden) e delle sovvenzioni che i qaedisti hanno avuto.

Ma ci sono anche altre ipotesi al vaglio come ad esempio jiadisti, ultradestra.

Ciò che a distanza di 48 ore si sta configurando è l’ipotesi più agghiacciante, il cosiddetto lupo solitario che agisce senza essere osservato.

 

Le vittime

 

Ciò che rimane sul campo dopo le ipotesi ed i resti degli ordigni, sono le vittime.

Il più piccolo è Martin Richard di Dorchester di 8 anni che stava sulla linea del traguardo e stava andando in contro al padre, William, un maratoneta che si stava avvicinando alla linea del traguardo.

Altra vittima è stata la sorellina di Martin che ha perso una gamba nell’esplosione, la madre Denise, la sorella gravemente ferita al cervello e versa in condizioni disperate in ospedale.

Illeso, invece, un altro fratello di Martin.

Oltre a Martin e alla sua famiglia, le altre vittime sono

 

Krystle Campbell, 29 anni, di Arlington Massachusetts,

 

 

e la studentessa cinese Lu Lingzi, di 23 anni di Shenyang nel nord-est della provincia del Liaoning.

 


 

La foto della seconda bomba

7News ha pubblicato una fotografia che mostra la bomba prima e dopo l’esplosione, attualmente al vaglio dell’FBI

 


 

dicecca.net - Web Site
Powered by dicecca.net - Web Site


Fondato nel 1799 da Carlo Lauberg ed Eleonora de Fonseca Pimentel
© 1799 - 2020 - MONITORE NAPOLETANO
Anno CCXXI
Periodico mensile registrato presso il Tribunale di Napoli Num. 45 dell' 8 giugno 2011
ISSN 2239-7035 (del 14 luglio 2011)
Direttore Responsabile & Editore: GIOVANNI DI CECCA


MONITORE NAPOLETANO is a brand of dicecca.net - Web Site
2cg.it, short url redirector maker is a brand of dicecca.net - Web Site
calcio.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
olimpiadi.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
byte.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
MagnaPicture.com - Photo Agency is a brand of dicecca.net - Web Site