LIBERTÀ
EGUAGLIANZA
MONITORE NAPOLETANO
Fondato nel 1799 da
Carlo Lauberg ed Eleonora de Fonseca Pimentel
Anno CCXXII

Rifondato nel 2010
Direttore: Giovanni Di Cecca

Aranciata, più succo nelle bibite, dal 12% al 20% Stampa
Scritto da Annarita Borelli   
Mercoledì 19 Novembre 2014 09:15

Approvata la norma che innalza la percentuale minima di succo d’arancia dal 12% al 20% nelle bibite, solo se prodotte in Italia, ormai è legge.

Il provvedimento prevede che, le aranciate prodotte in Italia, contengano almeno il 20% di succo d’arancia contro il limite massimo del 12% valido in tutti gli altri paesi dell’Unione europea.


Un ribaltone iniziato nel settembre del 2012, quando il governo Monti alza la percentuale dalla soglia storica del 12% (stabilita nel 1958) alla soglia del 20%. La Coldiretti sostiene che la nuova norma sia un toccasana sia per gli agricoltori (alzare la percentuale di succo d’arancia al 20% - sostiene fin da subito la Coldiretti – può aiutare a «salvare oltre 10mila ettari di agrumeti italiani, con una estensione equivalente a circa ventimila campi da calcio, situati soprattutto in regioni come la Sicilia e la Calabria»), sia per la salute degli italiani (tra il 2000 e il 2013 i consumi di frutta e verdura in Italia sono scesi del 30%, e secondo la Coldiretti «grazie alla nuova norma duecento milioni di chili di arance all’anno in più saranno “bevuti” dai 23 milioni di italiani che consumano bibite gassate»).

Gli industriali, invece sostengono  l’incostituzionalità della norma (perché «determina una discriminazione al contrario nei confronti dei produttori italiani e pone un freno immotivato alla libera iniziativa economica. Si favoriscono gli stranieri, si penalizza la competitività italiana»).

L’obiettivo di questa virata, nell’ottica del legislatore, è favorire gli agricoltori e i produttori di agrumi.

Ma per i produttori si tratta di un boomerang, ma non è dimostrabile che l’aumento al 20% si tradurrà automaticamente in un maggior impiego di forniture di succo solo italiano.

Si indebolirà la quota di mercato di bibite made in Italy a favore di quelle prodotte all’estero, minori saranno le forniture di succo italiano.

Oltretutto questo provvedimento incide su un settore - quello delle bibite rinfrescanti alla frutta - che pesa solo per il 10% su tutto il più ampio comparto dei succhi.

 

dicecca.net - Web Site
Powered by dicecca.net - Web Site


Fondato nel 1799 da Carlo Lauberg ed Eleonora de Fonseca Pimentel
© 1799 - 2021 - MONITORE NAPOLETANO
Anno CCXXII
Periodico mensile registrato presso il Tribunale di Napoli Num. 45 dell' 8 giugno 2011
ISSN 2239-7035 (del 14 luglio 2011)
Direttore Responsabile & Editore: GIOVANNI DI CECCA


MONITORE NAPOLETANO is a brand of dicecca.net - Web Site
2cg.it, short url redirector maker is a brand of dicecca.net - Web Site
calcio.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
olimpiadi.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
byte.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
MagnaPicture.com - Photo Agency is a brand of dicecca.net - Web Site