LIBERTÀ
EGUAGLIANZA
MONITORE NAPOLETANO
Fondato nel 1799 da
Carlo Lauberg ed Eleonora de Fonseca Pimentel
Anno CCXXIII

Rifondato nel 2010
Direttore: Giovanni Di Cecca

Napoli – Crolli e Psicosi - Il numero degli interventi dei Pompieri è quasi lo stesso di sempre Stampa
Scritto da Giovanni Di Cecca   
Martedì 02 Settembre 2014 11:51

Sui crolli che hanno interessato sia Napoli che la Provincia, abbiamo sentito il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Napoli, confermandoci che il numero di interventi che i Pompieri effettuano quotidianamente (nell’ordine di 5 – 10 interventi al giorno) per crolli su esterni del fabbricato ed interni (che non saltano alla ribalta), non ha avuto un incremento significativo.

Infatti guardando indietro, come ci ha riferito l’Arch. Giglio del Comando Provinciale dei Vigili del Fuco che si occupa di questi interventi, è più un fattore mediatico di esposizione che il numero di interventi in se.

In pratica vengono evidenziati sui giornali ciò che è sempre accaduto all’ombra della ribalta!


Ovviamente la morte di Salvatore Giordano, il ragazzo colpito dal cornicione killer, ha acceso un riflettore mediatico molto più forte, ed anche in quei condomini dove prima, si faceva finta di ignorare, oggi anche a scopo precauzionale si cerca di prevenire.

Sempre secondo il Comando, l’aumento di segnalazioni lo abbiamo più sulla parte relativa alla caduta di alberi che sui crolli di cornicioni.

Tale aumento di segnalazioni sono dovute all’altro grave incidente che ha visto la signora Crisitina Alongi morire schiacciato da un albero pericolante in giugno 2013.

Anche per quanto riguarda la sicurezza, i Pompieri erano stati chiamati anche pochi mesi prima del crollo killer in Galleria

Ma dopo questo gradevole colloquio avuto con il Comando dei Vigili del Fuoco, non possiamo però non porci delle domande.

Qualche anno fa si era parlato del Fascicolo dei Fabbricati, una sorta di cartella clinica di ogni fabbricato che aveva al suo interno tutti i dati statici e di manutenzione.

Che fine ha fatto il progetto?

Strutturalmente il cemento armato ha una durata “garantita” di circa 100 anni.

Ma ormai i il tempo è quasi scaduto, in quanto 100 sono già stati raggiunti per alcuni edifici, e gli altri sono prossimi (i primi edifici sono stati costruiti intorno gli anni 30 e 40 del XX secolo).

Dobbiamo sempre rincorrere le emergenze, oppure per una volta, forse, possiamo anticiparle?

Intanto il silenzio su questa faccenda rimane assordante, anche se, come diceva un famoso slogan pubblicitario, «prevenire è meglio che curare!!!»

 

dicecca.net - Web Site
Powered by dicecca.net - Web Site


Fondato nel 1799 da Carlo Lauberg ed Eleonora de Fonseca Pimentel
© 1799 - 2022 - MONITORE NAPOLETANO
Anno CCXXIII
Periodico mensile registrato presso il Tribunale di Napoli Num. 45 dell' 8 giugno 2011
ISSN 2239-7035 (del 14 luglio 2011)
Direttore Responsabile & Editore: GIOVANNI DI CECCA


MONITORE NAPOLETANO is a brand of dicecca.net - Web Site
2cg.it, short url redirector maker is a brand of dicecca.net - Web Site
calcio.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
olimpiadi.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
byte.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
MagnaPicture.com - Photo Agency is a brand of dicecca.net - Web Site