LIBERTÀ
EGUAGLIANZA
MONITORE NAPOLETANO
Fondato nel 1799 da
Carlo Lauberg ed Eleonora de Fonseca Pimentel
Anno CCXXI

Rifondato nel 2010
Direttore: Giovanni Di Cecca

Beirut - Italiana tra le vittime dell'esplosione Stampa
Scritto da Redazione   
Giovedì 06 Agosto 2020 18:35

 

Una cittadina italiana di 92 anni è morta nell'esplosione di Beirut e almeno dieci sono rimasti lievemente feriti. Lo confermano fonti della Farnesina, che stanno monitorando in tempo reale la situazione insieme all'ambasciata d'Italia a Beirut.

 

 

Si tratta, secondo quanto si apprende, di Maria Pia Livadiotti, nata a Beirut nel 1928 e moglie di Lutfallah Abi Sleiman, già medico di fiducia dell'ambasciata d'Italia in Libano.

C'è anche una salentina fra i feriti. Si tratta di Veronica Lia, 31 anni, di Specchia, figlia dell'ex parlamentare ed ex sindaco Antonio Lia che pure si trovava in Libano per fare visita alla figlia. La donna sta bene, ha detto di avere subito solo ferite lievi. Ha comunicato su facebook di essere in buone condizioni di salute.

A quanto si è appreso, la 31enne vive con il fidanzato proprio a Beirut.

Sono rimasti feriti entrambi.

L'amministrazione comunale di Specchia ha espresso vicinanza «ai concittadini specchiesi che hanno vissuto da vicino questo dramma perché presenti in Libano. Un caloroso in bocca al lupo di pronta guarigione alla nostra concittadina rimasta ferita».

Due giorni dopo il drammatico evento, continua ad aumentare il bilancio dei morti, oltre quota 150, e dei feriti, più di 5000

Cnn ha rivelato che da più di sette anni nel porto della città era ferma una nave russa che conteneva un carico da 2.750 tonnellate di nitrato di ammonio, utilizzato come fertilizzante agricolo, altamente esplosivo.

La nave, denominata MV Rhosus era destinata in Mozambico, ma era ferma nel porto libanese a causa delle difficoltà finanziarie in cui versa lo stato, al punto che a bordo si erano creati anche disordini con l'equipaggio russo e ucraino della nave.

Secondo il direttore delle dogane del Libano, Badri Daher, quella nave era l'equivalente di una vera e propria "bomba galleggiante" e più volte era stata richiesta la sua rimozione o comunque che fossero adottate delle precauzioni.

 

dicecca.net - Web Site
Powered by dicecca.net - Web Site


Fondato nel 1799 da Carlo Lauberg ed Eleonora de Fonseca Pimentel
© 1799 - 2020 - MONITORE NAPOLETANO
Anno CCXXI
Periodico mensile registrato presso il Tribunale di Napoli Num. 45 dell' 8 giugno 2011
ISSN 2239-7035 (del 14 luglio 2011)
Direttore Responsabile & Editore: GIOVANNI DI CECCA


MONITORE NAPOLETANO is a brand of dicecca.net - Web Site
2cg.it, short url redirector maker is a brand of dicecca.net - Web Site
calcio.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
olimpiadi.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
byte.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
MagnaPicture.com - Photo Agency is a brand of dicecca.net - Web Site