LIBERTÀ
EGUAGLIANZA
MONITORE NAPOLETANO
Fondato nel 1799 da
Carlo Lauberg ed Eleonora de Fonseca Pimentel
Anno CCXXII

Rifondato nel 2010
Direttore: Giovanni Di Cecca

6a Giornata - Spal - Napoli 2 a 3 - Milik infortunato Stampa
Scritto da Giovanni Di Cecca   
Sabato 23 Settembre 2017 20:55

Sesta vittoria consecutiva del Napoli che riesce a portare a casa il risultato anche sul terreno della Spal in una partita molto dura.

Le reti: 13' Schiattarella, 14' L. Insigne, 71' J. Callejon, 79' Viviani, 83' F. Ghoulam.

 

Una partita che dal punto di vista del pathos è stata molto emozionante, sorpattutto se si considera che la Spal, ha giocato a Catenaccio con un forte contropiede.

Andare sotto di un gol, per poi rimontare in capo ad 1 minuto e passare in vantaggio nel secondo tempo, è emozionante, come anche nel secondo tempo il pareggio momentaneo e la vittoria finale.

Ma se lasciano presupporre che il Napoli vuole lo scudetto e sta faceno di tutto per realizzarlo nell'era (quasi geologica) post Maradona, lasciano i dubbi sia l'assetto della squadra, che inevitabilemente l'estremo difensore (Pepe Reina) che senza nulla togliere al carisma e alla persona, vero altro leader del gruppo con Callejon, Hamsik, Insigne, ecc, ultimamente soffre di mancanza di riflessi, e sorpattutto sul secondo goal della Spal il Pepe che conosciamo avrebbe fatto un salto e, quantomeno, avrebbe cercato di prenderla (ovviamente non nella rete).

E giusto togliere Pepe e mettere il secondo Sepe?

Beh, allo stato attuale delle cose, credo che una partita come quella di stasera si avrebbe fatto bene al secondo di Reina non fosse altro, perché l'esperienza si matura sul campo e, in generale, non era una partita proibitiva dal punto di vista della squadra.

Forse Pepe ha bisogno di un po' di riposo e soprattutto di riverificare i suoi riflessi (e la schiena) che negli ultimi sono un po' deficitari, almeno rispetto allo standard cui il nostro portierone ci ha abituati.

Martedì c'è la seconda di Champions con il Feyenoord al San Paolo, che viene da una sconfitta interna al campionato e, se si vuole continuare l'avventura, deve tornare ad essere quella squadra che ha annientato la Lazio all'Olimpico.

Caso Milik: la sua uscita dal campo ha fatto preoccupare tutti, ma alla fine ci è riuscito a rialzarsi e a tornare in panchina con le proprie gambe. Il movimento del ginocchio destro di Arek Milik, però, ha spaventato anche lo staff medico del Napoli. Memori di quanto accaduto un anno fa, i sanitari azzurri hanno scortato il polacco fino a bordo campo, consapevoli che stavolta è il ginocchio destro a preoccupare e non quello sinistro operato nella passata stagione.


Nessun aggiornamento nel post gara, ma il Napoli ha subito informato i propri tifosi sugli accertamenti strumentali a cui domani la punta sarà sottoposta. «Arek Milik è uscito oggi nei minuti finali di Spal-Napoli per un infortunio al ginocchio destro. All'attaccante azzurro è stata subito applicata una borsa di ghiaccio sulla parte dolorante. Domani mattina Milik si sottoporrà a risonanza magnetica per accertare l'entità dell'infortunio» il comunicato del club dal proprio sito ufficiale.

Solo in mattinata (oggi 24/09/2017) uno scarno comunicato della società dice: "Arek Milik, uscito nei minuti finali di Spal-Napoli di ieri per un infortunio al ginocchio destro, ha effettuato gli esami strumentali questa mattina alla Clinica Pineta Grande.

Per l'attaccante azzurro è emersa la possibilità di una soluzione chirurgica. Arek verrà valutato domani a Villa Stuart dal Professor Mariani."

Il che vuol dire, 80/100 rottura del menisco (o quasi, con un 20% di rottura del crociato destro) con tempi di recupero intorno ai 30-40 giorni (se è vero il crack che hanno sentito Mertens e Insigne, è probabile che sia quello e non il crociato destro).

Se l'anno scorso, Milik ha pianto e Mertens ha riso, trovando lo spazio che non aveva in precedenza, forse, Gaiccherini potrebbe trovare lo spazio che gli è macato in questi mesi.

Staremo a vedere.

 

Le voci dei Protagonisti

«La Spal ha fatto un'ottima partita e abbiamo giocato su un terreno indegno per questa categoria. E per una squadra come la nostra essere costretti a fare sempre un tocco in più il problema si accentua». È l'unico neo che Maurizio Sarri vede nella vittoria del suo Napoli a Ferrara. Parlando a Premium, il tecnico azzurro riconosce innanzitutto «la grande partita degli avversari. Abbiamo dovuto fare un secondo tempo di buon livello per vincere. Se la Spal è giocherà così per tutto l'anno, questo sarà un campo difficile».

Nessuna novità sulle condizioni di Milik: «Non lo so, domani farà un controllo e avremo le idee più chiare. Non è comunque il ginocchio che si è infortunato l'anno scorso», chiarisce Sarri che non si sente l'antagonista principale della Juventus: «Non ci sentiamo l'anti Juve, siamo una squadra che sta facendo tanti punti e siamo migliorati rispetto agli scorsi anni: siamo più capaci di sopportare gli eventi negativi delle gare. Abbiamo fatto un buon inizio, questo ci dà fiducia ed entusiasmo per continuare a lavorare».


"E' stata la vittoria più sofferta sinora in campionato, ma abbiamo meritato il successo". Questo il commento di Lorenzo Insigne, ancora protagonista con il primo gol azzurro a Ferrara.

"La Spal ci ha messo in grande difficoltà, però siamo rimasti sempre uniti ed abbiamo reagito ad ogni momento di sofferenza. La voglia che ha il gruppo di non mollare mai è stata decisiva".

"Sinora abbiamo centrato più rimonte e ci stiamo riuscendo esprimendo il nostro calcio senza disunirci mai. Stiamo facendo bene e vogliamo continuare così"


"Il gol è merito della squadra, gioco con compagni straordinari che mi aiutano tanto". Faouzi Ghoulam ha griffato la rimonta di Ferrara con un assist per il gol di Callejon e poi per la rete decisiva, pesante quanto meravigliosa, che ha regalato il successo al Napoli.

"Sì, sono contento, è stata una vittoria sofferta ma meritata. Sul mio gol è stato bravissimo Insigne che si è allargato ed ha portato via l'uomo, così mi sono inserito ed ho trovato lo spazio giusto".

"Mi sento molto bene fisicamente ma ho anche la fortuna di giocare in una catena di sinistra che è devastante per le difese avversarie. Abbiamo campioni quali Insigne, Hamsik, Mertens e Callejon che lì davanti creano sempre qualcosa e si fanno trovare pronti sui miei cross".

Napoli che sta dimostrando che può lottare per scudetto: "Noi dobbiamo pensare alla prossima partita e basta. Questa è la mentalità giusta, anche perchè siamo all'inizio della stagione".

"Già martedì ci aspetta una sfida importantissima per la Champions contro il Feyenoord e sarà un'altra prova di maturità che dobbiamo superare. Ogni partita dovrà essere considerata come il match della vita perchè più andremo avanti e più sarà impegnativo il percorso davanti a noi"

 

Non smette di farsi sentire Aurelio De Laurentiis, il presidente azzurro che non ha seguito la squadra a Ferrara ma si è subito fatto notare. «Partita giocata con pazienza e carattere. Bravi!», il messaggio del numero uno azzurro dopo la vittoria contro la Spal.

De Laurentiis ha saputo prendersi la scena negli ultimi giorni. Dopo i complimenti agli azzurri per il 4-1 dell'Olimpico contro la Lazio, il presidente del Napoli si è preso la ribalta delle cronache nazionali con le parole critiche su Tavecchio e il sistema calcio in Italia.

Al di là delle dichiarazioni, però, resta la certezza della squadra costruita in questi anni, saldamente in testa dopo sei turni di campionato con la saggia guida di Maurizio Sarri in panchina.

 

Come di consueto, risultati, classifica e sintesi della partita

 

     ROMA-UDINESE           3-1         
     SPAL-NAPOLI            2-3         
     JUVENTUS-TORINO        4-0         
     SAMPDORIA-MILAN        2-0         
     CAGLIARI-CHIEVO        0-2         
     CROTONE-BENEVENTO      2-0         
     H.VERONA-LAZIO         0-3         
     INTER-GENOA            1-0         
     SASSUOLO-BOLOGNA       0-1         
     FIORENTINA-ATALANTA    1-1         


 punti vinte pari perse gf  gs
 NAPOLI      18     6    0    0   22   5
 JUVENTUS    18     6    0    0   18   3
 INTER       16     5    1    0   12   2
 LAZIO       13     4    1    1   13   8
 ROMA*       12     4    0    1   12   4
 MILAN       12     4    0    2   10   8
 SAMPDORIA*  11     3    2    0    8   4
 TORINO      11     3    2    1   10   9
 ATALANTA     8     2    2    2   10   8
 CHIEVO       8     2    2    2    7   8
 BOLOGNA      8     2    2    2    5   7
 FIORENTINA   7     2    1    3    9   8
 CAGLIARI     6     2    0    4    4   8
 SASSUOLO     4     1    1    4    3   9
 SPAL         4     1    1    4    5  11
 CROTONE      4     1    1    4    3  11
 UDINESE      3     1    0    5    8  13
 GENOA        2     0    2    4    5  10
 H.VERONA     2     0    2    4    1  14
 BENEVENTO    0     0    0    6    1  16
* una partita in meno

 

Napoli: Reina, Hysaj, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam, Zielinski (69' Milik), Diawara, Hamsik (61' Allan), Callejon, Insigne, Mertens (76' Rog). A disp.Rafael, Sepe, Albiol, Maggio, Rui, Tonelli, Jorginho, Giaccherini, Ounas,. All.Maurizio Sarri

Spal: Gomis, Salamon, Vicari, Felipe (66' Vaisanen), Lazzari, Schiattarella, Viviani, Mora (81' Rizzo), Costa, Antenucci, Borriello (86' Paloschi). All. Semplici

Arbitro: Mariani di Imperia

Marcatori: 13' Schiattarella, 14' L. Insigne, 71' J. Callejon, 79' Viviani, 83' F. Ghoulam.

Note: ammoniti Insigne, Salomon, Viviani, Schiattarella


- Primo tempo -

6' - penetrazione di Hamsik da sinistra, dribbling e tiro, Gomis respinge in angolo

9' - ammonito Insigne

11' - destro di Insigne, blocca Gomis

13' - gol della Spal con un destro diagonale dai 20 metri di Schiattarella

14' - goooooool Insigne!

14' - pareggio immediato azzurro con una girata di sinistro in area di Lorenzo: 1-1

39' - ammonito Salamon

40' - partita giocata soprattutto a centrocampo con grande intensità

44' - cross di Ghoulam e girata in drop di Insigne: blocca Gomis ben piazzato

 

- Secondo tempo -

52' - ammonito Viviani

61' - entra Allan per Hamsik

66' - entra Vaisanen per Felipe

67' - ammonito Schiattarella

69' - entra Milik per Zielinski

71  - gooooooooooool Callejon

71' - cross di Ghoulam per l'inserimento di Calleti che di testa infila l'angolo: 2-1!

73' - colpo di testa di Milik, Gomis ci arriva

74' - penetrazione di Mertens in area e sinistro diagonale, salva Gomis

76' - entra Rog per Mertens

79' - pareggio della Spal con una punizione di Viviani che aggira la barriera: 2-2

80' - destro di Allan, blocca Gomis in due tempi

81' - entra Rizzo per Mora

83' - goooooool Ghoulam!

83' - splendida azione personale di Faouzi che salta due uomini in progressione e di destro infila l'angolo: che gol, 3-2!

86' - entra Paloschi per Borriello

88' - Milik lanciato in contropiede chiude di sinistro, Gomis fa una gran parata

90' + 5' - finisce il match. Il Napoli vince 3-2 con cuore, forza e carattere a Ferrara.

 

Short URL: http://2cg.it/4vc

 

dicecca.net - Web Site
Powered by dicecca.net - Web Site


Fondato nel 1799 da Carlo Lauberg ed Eleonora de Fonseca Pimentel
© 1799 - 2021 - MONITORE NAPOLETANO
Anno CCXXII
Periodico mensile registrato presso il Tribunale di Napoli Num. 45 dell' 8 giugno 2011
ISSN 2239-7035 (del 14 luglio 2011)
Direttore Responsabile & Editore: GIOVANNI DI CECCA


MONITORE NAPOLETANO is a brand of dicecca.net - Web Site
2cg.it, short url redirector maker is a brand of dicecca.net - Web Site
calcio.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
olimpiadi.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
byte.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
MagnaPicture.com - Photo Agency is a brand of dicecca.net - Web Site