LIBERTÀ
EGUAGLIANZA
MONITORE NAPOLETANO
Fondato nel 1799 da
Carlo Lauberg ed Eleonora de Fonseca Pimentel
Anno CCXXIII

Rifondato nel 2010
Direttore: Giovanni Di Cecca

Narghilè più nocivo del fumo - Lo studio pubblicato su "Respiratory Medicine" Stampa
Scritto da Marisa Carone   
Mercoledì 26 Febbraio 2014 13:12

Come tutte le mode che hanno il gusto dell’esotico e portano con se il fascino del magico oriente, anche il narghilè ha invaso s’occidente dilagando soprattutto come moda giovanile.

Molti i “pregi” della famosissima pipa ad acqua, che fumava persino il “Brucaliffo” di Alice nel paese delle meraviglie, ma nessuno riesce a compensare i danni gravissimi che, secondo recenti studi, apporterebbe alla salute. La famosa pipa d'acqua, nota anche come “shisha” o “hookah”,  molto comune tra le popolazioni arabe (Egitto, Turchia, India, Pakistan, Bangladesh, talune regioni della Cina ecc), associato ad un rituale fortemente evocativo, per effetto della globalizzazione ha ottenuto una popolarità sorprendente, soprattutto tra giovani e giovanissimi, perché costa poco e rappresenta oggi un momento di socializzazione e relax da dividere tra amici.

 

 

In realtà, assicura Tracey E. Barnett dell’Università della Florida, la moda del narghilè può essere dannosa per i ragazzi e portare non solo a un avvelenamento da monossido di carbonio, ma anche ad altre patologie come la tubercolosi, l'herpes e alcune malattie respiratorie come l'influenza, legate alla condivisione dei bocchini da cui si aspira il fumo.

«Soprattutto, un suo abuso, - ha specificato  la Barnett nel suo nuovo studio di revisione pubblicato su “Respiratory Medicine” - può danneggiare il cuore e aumentare il "rischio oncologico". Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, inoltre, chi usa il narghilè lo fa in genere per un tempo che va dai 20 agli 80 minuti, e questo equivale al fumo di 100 o più sigarette».

l boom, spiegano gli esperti, va addebitato alla percezione, diffusissima tra i giovani, secondo cui il narghilè sarebbe meno nocivo delle sigarette. Un altro fattore è l’”economicità”.

Commercializzato in diversi formati e a costi accessibilissimi, il prezzo di un pacchetto di tabacco, miscele e melasse, da 50 grammi, è di 3,5 euro. In realtà, per l’Oms, anche dopo il filtraggio d’acqua, il fumo del narghilè conserva altissime quantità di sostanze tossiche.

L’acqua, al cui interno viene fatta passare una spirale che consente al fumo di raffreddarsi prima di giungere alla bocca del fumatore attraverso un tubicino flessibile, non filtra nessuna delle tossine presenti nel tabacco.

Il tabamel (tabacco con miele/melassa) aromatizzato, inoltre, lo rende uno strumento attraente e alla moda per i ragazzi, ma anche in questo caso, non ci sono norme  che regolamentano la  composizione reale del tabacco utilizzato.

 

dicecca.net - Web Site
Powered by dicecca.net - Web Site


Fondato nel 1799 da Carlo Lauberg ed Eleonora de Fonseca Pimentel
© 1799 - 2022 - MONITORE NAPOLETANO
Anno CCXXIII
Periodico mensile registrato presso il Tribunale di Napoli Num. 45 dell' 8 giugno 2011
ISSN 2239-7035 (del 14 luglio 2011)
Direttore Responsabile & Editore: GIOVANNI DI CECCA


MONITORE NAPOLETANO is a brand of dicecca.net - Web Site
2cg.it, short url redirector maker is a brand of dicecca.net - Web Site
calcio.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
olimpiadi.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
byte.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
MagnaPicture.com - Photo Agency is a brand of dicecca.net - Web Site