LIBERTÀ
EGUAGLIANZA
MONITORE NAPOLETANO
Fondato nel 1799 da
Carlo Lauberg ed Eleonora de Fonseca Pimentel
Anno CCXXII

Rifondato nel 2010
Direttore: Giovanni Di Cecca

Italia al Voto - Seggi aperti dalle 7 alle 23 Stampa
Scritto da Redazione   
Domenica 04 Marzo 2018 09:57

Si vota oggi, solo oggi, dalle 7 alle 23.

 

Tutti i Collegi e Candidati in Campania

Ecco le risposte a tutti i dubbi dell’ultimo minuto.

Cosa fare se non si ritrova la tessera elettorale?
Ogni elettore dovrebbe dare subito un’occhiata alla scheda elettorale che può essere sostituita se smarrita oppure se gli spazi dei 18 timbri previsti sono stati tutti utilizzati. Basta recarsi presso gli Uffici Anagrafe dei Comuni che resteranno aperti fino alle 23. Per votare oltre alla tessera serve un documento valido.

Se si sbaglia si può chiedere un’altra scheda?
La risposta è “sì”, ovviamente solo se la scheda sbagliata non è stata già depositata nell’urna. Il regolamento elettorale è chiaro: se un elettore si rende conto di avere votato per un candidato o un partito diverso da quello desiderato oppure di aver rovinato la scheda, può chiedere al presidente del seggio di sostituire la prima scheda consegnatagli ed esprimere nuovamente il proprio voto. Il presidente deve innanzitutto verificare la buona fede dell’elettore. Successivamente gli scrutatori inseriranno la scheda sostituita tra quelle «deteriorate» e metteranno a verbale l’accaduto. Poi consegneranno la nuova scheda all’elettore. Non è consentito un secondo errore.

Quante schede troveremo nel seggio?
Si vota su due schede, una per la Camera (di colore rosa) e una per il Senato (di colore giallo). Gli elettori dai 18 ai 25 anni possono votare solo per la Camera. Il ministero dell’Interno raccomanda di votare una scheda per volta - senza sovrapporle - per evitare di lasciare segni involontari. Votare per le politiche è semplicissimo: basta mettere una croce sul simbolo del partito scelto oppure sul nome del candidato del collegio uninominale. La singola croce ha sempre valore doppio: dal simbolo si estende al candidato uninominale e dal candidato uninominale si estende al partito. Se i partiti sono più di uno i voti saranno ripartiti in proporzione in base alle scelte degli altri elettori del collegio. Si può anche votare candidato e partito ma devono essere dello stesso schieramento.

Chi può votare in ospedale?
Anche i malati e gli anziani ricoverati in ospedale o in una casa di cura o di lungo-degenza mantengono il diritto di votare, sempre che le loro condizioni glielo consentano. A tal fine, la legge prevede che i pazienti devono presentare al sindaco del Comune in cui sono residenti (e quindi iscritti nelle liste elettorali) un’apposita dichiarazione con la quale annunciano di voler esprimere il voto nel luogo di cura. Occorre anche l’attestazione del ricovero da parte del direttore sanitario del luogo di cura. Tale dichiarazione doveva pervenire al Comune non oltre il primo marzo.

In che consiste il tagliando anti-frode?
Oggi debutterà un meccanismo che garantisce l’autenticità delle schede elettorali: in pratica ogni scheda è dotata di un piccolo tagliando che riporta una scritta alfanumerica. Dopo il voto in cabina elettorale, quando l’elettore consegnerà la scheda, il presidente di seggio staccherà l’appendice e la consegnerà agli scrutatori che controlleranno il numero scritto sul tagliando per verificare l’autenticità della scheda. In questo modo sarà impossibile portare nel seggio schede prevotate o false. Se l’elettore dovesse consegnare al presidente o agli scrutatori una scheda con un tagliando “falso” il voto sarà immediatamente annullato.

Come funziona la legge elettorale?
La nuova legge elettorale è mista. In pratica due terzi degli eletti (374 deputati e 193 senatori) arriveranno dai listini bloccati sulla base della proporzione dei voti ottenuti dalle liste che hanno superato il 3%, mentre l’altro terzo degli eletti sarà composto dai candidati più votati (anche per un solo voto) nel proprio collegio elettorale. L’Italia è stata divisa, infatti, in 116 collegi per il Senato (Valle d’Aosta compresa) con circa 500 mila abitanti l’uno e in 232 collegi per la Camera (sempre compresa la Valle d’Aosta) di circa 250 mila abitanti l’uno. Fuori da questi calcoli restano i 12 deputati e i 6 senatori che saranno eletti all’estero con un meccanismo di proporzionale puro.

Come si esprime il voto valido alle politiche?
A dispetto di una legge elettorale piuttosto complicata, esprimere un voto valido per la Camera e il Senato è semplicissimo: basta barrare con una croce il simbolo del partito prescelto. In questo modo si vota il candidato del collegio maggioritario collegato al partito e anche i candidati del proporzionale i cui nomi sono scritti accanto al simbolo del partito in un listino bloccato. Questo vuol dire che i candidati del listino saranno eletti - se il partito prende più del 3% dei voti - in base all’ordine nel quale sono stati presentati all’elettore. È valido anche barrare solo il nome del candidato all’uninominale. Infine è voto valido anche votare sia il candidato uninominale il partito, o uno dei partiti, che lo appoggiano.

Che vuol dire voto disgiunto e si può fare?
L’errore da evitare assolutamente sulle schede per Camera e Senato è quello del voto disgiunto, cioè quello che si ottiene segnando una croce sul candidato uninominale e una su un partito che non lo sostiene. Il testo della legge elettorale lo vieta esplicitamente. Di conseguenza anche le istruzioni distribuite dal ministero dell’Interno ai presidenti di seggio sono chiarissime: le schede con voti disgiunti per Camera e Senato vanno considerate nulle. Per evitare dubbi sarà bene che l’elettore tracci una sola croce o sul simbolo del partito scelto o su quello del candidato uninominale.

 

dicecca.net - Web Site
Powered by dicecca.net - Web Site


Fondato nel 1799 da Carlo Lauberg ed Eleonora de Fonseca Pimentel
© 1799 - 2021 - MONITORE NAPOLETANO
Anno CCXXII
Periodico mensile registrato presso il Tribunale di Napoli Num. 45 dell' 8 giugno 2011
ISSN 2239-7035 (del 14 luglio 2011)
Direttore Responsabile & Editore: GIOVANNI DI CECCA


MONITORE NAPOLETANO is a brand of dicecca.net - Web Site
2cg.it, short url redirector maker is a brand of dicecca.net - Web Site
calcio.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
olimpiadi.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
byte.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
MagnaPicture.com - Photo Agency is a brand of dicecca.net - Web Site