LIBERTÀ
EGUAGLIANZA
MONITORE NAPOLETANO
Fondato nel 1799 da
Carlo Lauberg ed Eleonora de Fonseca Pimentel
Anno CCXXII

Rifondato nel 2010
Direttore: Giovanni Di Cecca

Politiche 2018 - Oggi iniziano le consultazioni al Quirinale Stampa
Scritto da Redazione   
Mercoledì 04 Aprile 2018 08:14

>>>> Elezioni Politiche 2018 - I Collegi ed i candidati ed Eletti in Campania

Un governo a guida M5S, anzi presieduto da Luigi Di Maio, con Partito democratico o Lega. Nessun patto con Forza Italia né con Renzi. E' la posizione delineata ieri dallo stesso Di Maio, in vista delle consultazioni al Quirinale, in una intervista a Di Martedì de La7.

L'esponente pentastellato risponde così alla richiesta di concretezza fatta trapelare dal Capo dello Stato e parla di un vero e proprio contratto per il governo da sottoscrivere con Salvini o con i democratici. Con un veto dunque a qualunque alleanza con Forza Italia verso la quale viene sventolata anche la carta di una legge sul conflitto d'interesse. In realtà anche il segnale verso il Pd va interpretato.

 

 

«E' il nostro primo interlocutore - ha detto Di Maio - In particolare per coloro che hanno lavorato bene come Martima, Minniti e Franceschini».

Chiaro il tentativo di spaccare i Dem. Più tardi fonti dei 5Stelle hanno precisato che Pd e Lega sono alla pari sul piano del'interlocuzione politica, una correzione di rotta interpretata come maggiore attenzione verso Salvini.


Comunque l'intesa con Pd o Lega sarà la posizione dei pentastellati durante le consultazioni col Capo dello Stato, Sergio Mattarella. Il modello di «contratto» a cui ha poi fatto riferimento il leader M5S in serata durante l'assemblea con i parlamentari del gruppo («Non deluderò le vostre aspettative») è quello della Grosse Koalition tedesca fra la Cdu della cancelliera Merkel e la Spd in cui vengono elencati uno per uno i punti di programma da portare avanti dall'esecutivo incaricato. È un programma di governo «perimetrato», in cui è esclusa qualsiasi iniziativa non concordata nel «contratto».

ALTOLÀ

Un approccio molto M5S-centrico quello di Di Maio che, almeno in questa fase delle trattative, potrebbe complicare la soluzione del rebus del governo italiano dopo le elezioni del 4 marzo. A meno che nel centrodestra non si consumi una spaccatura tra la Lega di Matteo Salvini e Silvio Berlusconi.

Di certo, almeno per ora, non sembrano esserci spiragli da parte dei democratici. Il capogruppo a Palazzo Madama, Andrea Marcucci, ha infatti prontamente fatto sapere che il Pd dirà al capo dello Stato di non essere disponibile ad alcun governo che abbia Di Maio o Salvini come premier. Pertanto, la proposta del leader 5 stelle è bocciata come «irricevibile». «Il fatto che Di Maio metta Lega e Pd sullo stesso piano e voglia dettar linea e organigrammi agli altri partiti è un pò ridicolo e dimostra, nell'ordine, ricerca spregiudicata del potere costi quel che costi, disprezzo per i programmi e per i valori, un preoccupante delirio di arroganza», ha replicato il renziano Dario Parrini.
Ma anche il leader della Lega, Matteo Salvini, tramite Facebook, fa sapere che «a differenza dei 5 stelle, la Lega esclude qualsiasi alleanza di governo col Pd bocciato dagli italiani» e sottolinea che «la coalizione che ha preso più voti è quella di centrodestra e da questa si riparte, dialogando senza veti o imposizioni» L'alternativa? Il ritorno alle urne.

Gli esponenti di Forza Italia non sono da meno. «Berlusconi - chiarisce la capogruppo di Forza Italia, Maria Stella Gelmini - non ha bisogno di legittimazioni da lui essendo stato in questi anni votato da milioni e milioni di cittadini. Non vedo inoltre quale sia l'interesse di Salvini di fare il socio di minoranza a un governo dei Cinque Stelle».
Oggi intanto partono le consultazioni. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella riceverà nello studio «alla Vetrata» del Quirinale i presidenti delle Camere, l'ex capo dello Stato Giorgio Napolitano, i rappresentanti di Svp, del gruppo Misto di Camera e Senato e Fratelli d'Italia. Domani sarà la volta di Pd, Fi, Lega, M5s.

L'esito finale è ancora un'incognita: un secondo giro di consultazioni potrebbe essere convocato per la prossima settimana ma c'è già chi ne mette in conto un terzo. C'è poi anche chi ipotizza che la situazione possa sbloccarsi solo dopo le regionali in Molise e Friuli Venezia Giulia (22 e 29 aprile).


Il calendario delle Consultazioni

«Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, inizierà il 4 aprile le consultazioni per la formazione del nuovo Governo». Durante le consultazioni si fa «portavoce delle esigenze dei cittadini» e in questo senso chiede alle forze politiche proposte, indicazioni e programmi per dare al Paese un Governo all'altezza della situazione, fa sapere il Quirinale

Al Colle è infatti tutto pronto per l'avvio delle consultazioni. Come di consueto si svolgeranno nella Loggia d'onore vicino al Bronzino e allo studio del presidente.

Qui di seguito il calendario:
Mercoledì 4 aprile

10,30 Presidente del Senato della Repubblica, Sen. Maria Elisabetta Alberti Casellati

11,30 Presidente della Camera dei deputati, On. Roberto Fico

12,30 Presidente emerito, senatore di diritto e a vita, Giorgio Napolitano

16,00 Gruppo «Per le Autonomie (SVP-PATT, UV)» del Senato della Repubblica

16,45 Gruppo Misto del Senato della Repubblica

17,30 Gruppo Misto della Camera dei deputati

18,30 Gruppi «Fratelli d'Italia» del Senato della Repubblica e della Camera dei deputati

Giovedì 5 aprile

10,00 Gruppi «Partito Democratico» del Senato della Repubblica e della Camera dei deputati

11,00 Gruppi «Forza Italia - Berlusconi Presidente» del Senato della Repubblica e della Camera dei deputati

12,00 Gruppi «Lega - Salvini Premier» del Senato della Repubblica e della Camera dei deputati

16,30 Gruppi «MoVimento 5 Stelle» del Senato della Repubblica e della Camera dei deputati

 

A Palermo, Arrestati due esponenti della Lega in Sicilia per Voto di Scambio

L'ex parlamentare regionale ed ex sindaco di Monreale di An Salvatore Caputo detto Salvino, avvocato penalista e commissario straordinario per i comuni della provincia di Palermo del movimento "Noi con Salvini" durante le elezioni amministrative della scorsa primavera, è stato arrestato dai carabinieri con l'accusa di voto di scambio insieme al fratello Mario, anche lui avvocato, e candidato alle ultime elezioni all'Ars sempre con la Lega. L'ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari è stata emessa dal Gip di Termini Imerese su richiesta della Procura.

I carabinieri hanno arrestato anche Benito Vercio, 62 anni, indicato dagli investigatori come "procacciatore di voti nel termitano". Nel corso delle indagini, la Procura della Repubblica avrebbe accertato dodici episodi di compravendita di voti in cambio di promesse di posti di lavoro o altre utilità posti in essere da due degli arrestati insieme ad altri indagati.

"Sono deluso e amareggiato, la magistratura faccia il suo lavoro, ma sono errori di cui far tesoro per non ripeterli in futuro". E' il commento di Giancarlo Giorgetti, capogruppo della Lega alla Camera, all'arresto di due esponenti del Carroccio in Sicilia con l'accusa di voto di scambio. Secondo Giorgetti "se ci sono delle colpe si condanni pesantemente, ma non credo che in Sicilia siano gli unici sospettati per questo reato". Alla domanda se la Lega abbia imbarcato al Sud troppi esponenti della vecchia politica locale, il capogruppo risponde "è possibile che in alcune zone sia stato commesso qualche errore, in un percorso di crescita in zone problematiche". "Ma - aggiunge - la Lega che compra voti in Sicilia mi sembra una ricostruzione fantasiosa".

 

Short URL: http://2cg.it/5b0

 

dicecca.net - Web Site
Powered by dicecca.net - Web Site


Fondato nel 1799 da Carlo Lauberg ed Eleonora de Fonseca Pimentel
© 1799 - 2021 - MONITORE NAPOLETANO
Anno CCXXII
Periodico mensile registrato presso il Tribunale di Napoli Num. 45 dell' 8 giugno 2011
ISSN 2239-7035 (del 14 luglio 2011)
Direttore Responsabile & Editore: GIOVANNI DI CECCA


MONITORE NAPOLETANO is a brand of dicecca.net - Web Site
2cg.it, short url redirector maker is a brand of dicecca.net - Web Site
calcio.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
olimpiadi.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
byte.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
MagnaPicture.com - Photo Agency is a brand of dicecca.net - Web Site