LIBERTÀ
EGUAGLIANZA
MONITORE NAPOLETANO
Fondato nel 1799 da
Carlo Lauberg ed Eleonora de Fonseca Pimentel
Anno CCXXII

Rifondato nel 2010
Direttore: Giovanni Di Cecca

Politiche 2018 - Giuseppe Conte riceve l'incarico di Governo - Lista Ministri Stampa
Scritto da Redazione   
Giovedì 31 Maggio 2018 19:32

Incredibile ma vero, dopo che il Presidente Mattarella, almeno giornalisticamente parlando, ha fatto saltare il cosiddetto Governo del Cambiamento domenica sera (con tutto lo scenario che ne è conseguito), a sorpresa, accetta quello che era la soluzione della prima ora, con il Prof. Conte Premier e una coalizione Giallo-Verde.


Lista dei Ministri

Il Governo dovrebbe giurare domani (01/06/2018) alle ore 16

 

Matteo Salvini ritrovano l'intesa. L'ultimo vertice tra il leader della Lega e il capo politico dei 5 Stelle, a cui si è poi aggiunto Giuseppe Conte, spiana la strada al governo gialloverde. Conte salirà al Colle alle 21 per ricevere l'incarico di premier. Paolo Savona non sarà più ministro dell'Economia ma si sposta agli Affari europei. Resta invece fuori Fratelli d'Italia. Vista la ritrovata intesa fra M5S e Lega, Carlo Cottarelli è salito al Colle e ha rimesso il mandato. «Non risulta più necessario formare un governo tecnico», ha detto.

I ministri. Al Tesoro dovrebbe andare il professor Giovanni Tria, preside della facoltà di Economia dell'università Tor Vergata a Roma, dove è docente di Economia politica. Enzo Moavero Milanesi potrebbe andare invece agli Esteri. Dopo le aperture di Salvini alla proposta di Di Maio di discutere sul ruolo di Savona nell'esecutivo politico, la macchina si è quindi rimessa in moto e l'intesa per un governo politico sarebbe ormai trovata. La lista dei ministri del nuovo governo prevede poi Salvini e Di Maio al Viminale e al Lavoro e Giancarlo Giorgetti e sottosegretario alla presidenza del Consiglio.

Salvini. «Impegno, coerenza, ascolto, lavoro, pazienza, buon senso, testa e cuore per il bene degli italiani. Forse finalmente ci siamo, dopo tanti ostacoli, attacchi, minacce e bugie. Grazie per la fiducia Amici, vi voglio bene e sappiate che avrò bisogno di voi», ha scritto Salvini su Facebook.

Cottarelli. «Ho rimesso al presidente il mandato conferito, è stato per me un grande onore essere al servizio del paese anche se per qualche giorno», ha detto Cottarelli dopo aver rimesso il suo mandato da premier incaricato. «Negli ultimi giorni è stata riaperta e si è concretizzata la possibilità di un governo politico. Non risulta più necessario formare un governo tecnico», ha continuato Cottarelli. «La formazione di un governo politico è di gran lunga la migliore soluzione per il Paese - ha aggiunto - anche per l'incertezza che deriverebbe da nuove elezioni. Auguri di cuore al nuovo governo, che spero possa essere formato al più presto».

«Ringrazio le persone che si erano rese disponibili a far parte del mio governo e i dipendenti della Camera e delle altre organizzazioni dello Stato che mi hanno aiutato nella mia attività», ha detto ancora Cottarelli dopo aver rimesso l'incarico. «Mi scuso con voi se sono stato così silenzioso negli ultimi giorni», ha concluso rivolto ai giornalisti, che lo hanno salutato con un applauso.

«Il presidente della Repubblica ha ringraziato Carlo Cottarelli per il senso delle Istituzioni, la serietà e la costante attenzione all'interesse nazionale», ha poi aggiunto Giovanni Grasso, portavoce del capo dello Stato.

Meloni. «Mi pare di capire che Salvini abbia parlato del nostro ingresso per rafforzare il centrodestra ma abbia ricevuto il no dei Cinque Stelle. Va bene, mi dispiace e non mi fa ben sperare per il futuro di questo governo», ha affermato Giorgia Meloni, leader di Fdi, conversando con i cronisti alla Camera. A chi le chiede un commento al fatto che il suo nome venga dato in pole per il ministero della Difesa, Meloni chiarisce: «A me non risulta».

«Escludo che possano esserci ministri di Fdi "a nostra insaputa", innanzi tutto perché noi siamo persone serie e poi siamo una realtà molto compatta, per cui dalle nostre parti capita di rado che una persona si venda per una poltrona», ha continuato Meloni. «Io ho parlato più di una volta in questi giorni - ha affermato Meloni - con Salvini che aveva preso in considerazione l'idea che FdI entrasse in questo governo: io gli avevo fatto presente che noi eravamo guardinghi su questo, poi M5S ha messo un veto perché noi siamo un voto troppo sovranista, che ha le idee molto chiara».

A una giornalista che chiedeva se fosse possibile che ci fosse un ingresso nell'esecutivo di Guido Crosetto, Meloni ha replicato: «Perché continuate a fare domande su cose che non esistono? Non ci sarà il nome di Guido Crosetto nel governo, è impossibile, né ci saranno nomi di Fratelli d'Italia».

 

dicecca.net - Web Site
Powered by dicecca.net - Web Site


Fondato nel 1799 da Carlo Lauberg ed Eleonora de Fonseca Pimentel
© 1799 - 2021 - MONITORE NAPOLETANO
Anno CCXXII
Periodico mensile registrato presso il Tribunale di Napoli Num. 45 dell' 8 giugno 2011
ISSN 2239-7035 (del 14 luglio 2011)
Direttore Responsabile & Editore: GIOVANNI DI CECCA


MONITORE NAPOLETANO is a brand of dicecca.net - Web Site
2cg.it, short url redirector maker is a brand of dicecca.net - Web Site
calcio.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
olimpiadi.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
byte.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
MagnaPicture.com - Photo Agency is a brand of dicecca.net - Web Site