LIBERTÀ
EGUAGLIANZA
MONITORE NAPOLETANO
Fondato nel 1799 da
Carlo Lauberg ed Eleonora de Fonseca Pimentel
Anno CCXXI

Rifondato nel 2010
Direttore: Giovanni Di Cecca

Brexit - Panico sui mercati Stampa
Scritto da Redazione   
Venerdì 24 Giugno 2016 10:17

Mercati finanziari sotto choc. La Gran Bretagna esce dall'Europa e le Borse vanno a picco con ribassi in avvio mai visti. Crolla anche la sterlina, che perde oltre il 10% sul dollaro, una calo mai successo in una sola seduta. Vola invece l'oro, da sempre considerato un bene rifugio in momenti di crisi.

 



Tempesta anche sui titoli di Stato dopo la Brexit. Il differenziale tra Btp e Bund si è impennato fino a 191 punti base in avvio in pochi minuti dai 130 della chiusura di ieri, con il tasso del 10 anni italiano in rialzo all'1,7%. Poi il differenziale ha ripiegato sotto quota 170 a 165 punti. Il tasso del Bund è piombato fino al minimo record di -0,17% per poi risalire a -0,15%. Il divario tra i decennali di Spagna e Germania ha sfiorato i 200 punti base e ora si è ridotto a 173 punti. 

A Milano in avvio quasi tutti il titoli principali non sono riusciti a fare prezzo per troppo ribasso. L'indice guida Ftse Mib in mattinata perde oltre il 10%, con crolli mai visti inediti per le banche. Le peggiori con una perdita del 20% al momento sono Intesa (a 1,8 euro) e Banco popolare, a quota 2,43. Molto male anche la Bpm (-19%), Mediobanca e Unicredit (con le risparmio in controtendenza positiva del 2%), che cedono entrambe il 17%. Tutti i titoli principali della Borsa di Milano sono passati almeno per pochi minuti dalle normali contrattazione, ma molti vengono temporaneamente congelati in asta di volatilità. Negli altri settori spicca il calo del 12% di Leonardo-Finmeccanica, Mediaset e Telecom. Prova a tenere Luxottica, che cede il 2%.

Affondano anche gli altri listini europei. L'indice Euro Stoxx cede il 9,1%, con crolli che vanno dall'8,9% di Parigi, passando per il 7,2% di Francoforte e l'11,5% di Madrid. Londra perde il 5,1% tra sospensioni a raffica. Ad Atene l'indice Bs Ase perde il 14%. Tra i 600 titoli a maggior capitalizzazione del Vecchio Continente, vengono letteralmente scaricate le banche greche, con Eurobank Ergasi e Alpha Bank in calo del 30%.

Piazza Affari, intanto, è pronta ad utilizzare tutti gli strumenti a sua disposizione, come il restringimento della forchetta di oscillazione dei titoli, per contenere l'inevitabile flusso di vendite che caratterizzerà l'avvio del mercato. Secondo quanto si apprende nei giorni scorsi la Consob ha invitato la società di gestione del mercato mobiliare italiano a predisporre tutte le contromisure previste dalle attuali regole di funzionamento del mercato per cercare di limitare, nell'eventualità della vittoria del 'leavè al referendum sulla Brexit, un crollo del mercato mobiliare italiano.

La sorpresa è stata forte e i crolli sui mercati proporzionati: nelle ore dello spoglio del referendum in Gran Bretagna i listini sono crollati, mentre i beni rifugio (oro e derivati sui titoli di Stato Usa) si sono impennati. 

Il mercato azionario di Tokyo - che ha applicato il 'circuit breaker' per inibire le funzioni di immissione e modifica degli ordini limitando i ribassi troppo elevati - è il listino borsistico aperto durante lo spoglio del voto che ha accusato
maggiormente il colpo, arrivando a perdere con l'indice Nikkei fino all'8,17%, per po chiudere con un -7,9%. 

Intanto il petrolio è in calo e cede oltre il 6% a 47 dollari per il barile Wti mentre il Brent perde poco meno (il 5,95%) a 47,88 dollari. Corre ovviamente l'oro, considerato il bene rifugio per eccellenza: le sue quotazioni - forti da giorni -
salgono del 7,8% ai massimi dal 2008.


Short URL: http://2cg.it/3fy

 

dicecca.net - Web Site
Powered by dicecca.net - Web Site


Fondato nel 1799 da Carlo Lauberg ed Eleonora de Fonseca Pimentel
© 1799 - 2020 - MONITORE NAPOLETANO
Anno CCXXI
Periodico mensile registrato presso il Tribunale di Napoli Num. 45 dell' 8 giugno 2011
ISSN 2239-7035 (del 14 luglio 2011)
Direttore Responsabile & Editore: GIOVANNI DI CECCA


MONITORE NAPOLETANO is a brand of dicecca.net - Web Site
2cg.it, short url redirector maker is a brand of dicecca.net - Web Site
calcio.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
olimpiadi.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
byte.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
MagnaPicture.com - Photo Agency is a brand of dicecca.net - Web Site