LIBERTÀ
EGUAGLIANZA
MONITORE NAPOLETANO
Fondato nel 1799 da
Carlo Lauberg ed Eleonora de Fonseca Pimentel
Anno CCXXII

Rifondato nel 2010
Direttore: Giovanni Di Cecca

Hotel Rigopiano - Stefano Feniello è ancora vivo? - Altre Storie di superstiti Stampa
Scritto da Redazione   
Sabato 21 Gennaio 2017 21:14

Hotel Rigopiano - Le vittime accertate

Hotel Rigopiano - Ghsberto sberleffa Charile Hedbo

 

In un primo tempo sembrava che sia Francesca Bronzi, estratta viva, che il fidanzato Stefano Feniello sembravano essere entrambi vivi.

Ma con le notizie che arrivano in modo ultra frammentato è difficile anche avere quelle certezze che sembrano acquisite.

«Francesca chiede di Stefano». Lo dice il padre di Stefano Feniello, giovane disperso all'hotel Rigopiano, che racconta di aver parlato con i parenti di Francesca Bronzi, fidanzata del ragazzo, ora ricoverata in ospedale in buone condizioni di salute.

 

«Se chiede di mio figlio - dice visibilmente provato il padre del giovane - immagino che non sappia cosa sia accaduto a Stefano». I due erano a Rigopiano per festeggiare il compleanno del giovane; per l'occasione la fidanzata gli aveva regalato il soggiorno in hotel.

Allo stato, quindi, non è chiaro se Stefano sia ancora vivo, essendo ancora nella lista dei dispersi.

«Ero al buio, in uno spazio piccolissimo, senza acqua e senza cibo. Molte persone erano nella sala garden, alcuni, tra cui me e Stefano, nella sala camino e i bambini nella sala biliardo». Così Francesca Bronzi, una delle superstiti dell'hotel Rigopiano, avrebbe descritto ai familiari le terribili ore trascorse dopo la valanga, fino all'arrivo dei soccorritori.

«Francesca chiede continuamente del suo fidanzato Stefano Feniello», riferisce il papà della ragazza, Gaetano Bronzi.

I familiari della giovane, oltre a confermare che «lei sta bene fisicamente», criticano la «mancanza di organizzazione» e l'assenza di informazioni ufficiali.

I due ragazzi erano andati a Rigopiano per festeggiare il compleanno di lui, regalo offerto dalla fidanzata.

Ma le storie di vita e di morte si intrecciano in questa catastrofe che ha visto una slavina giocare al tiro al bersaglio con l'Hotel Rigopiano, spostandolo di 15m.

Edoardo e Samuel ce l'hanno fatta, sono fuori. Ma i loro genitori sono ancora dispersi sotto la neve che ha travolto l'hotel Rigopiano. Parenti e piccoli sono in ansia per le sorti di Nadia e Sebastiano Di Carlo, mamma e papà di Edoardo, e Domenico Di Michelangelo e Marina Serraiocco, genitori di Samuel.

«Mi chiamo Edoardo» ha detto quando ancora era in barella, fornendo indicazioni utili sulla situazione sotto le macerie: «Ero in una stanza con gli altri tre bambini e con noi c'era pure una mamma, gli adulti erano invece da un'altra parte». Erano tutti nella hall, dove hanno pure acceso un fuoco che nella notte li ha riscaldati e che al mattino seguente, ieri, ha segnalato con il fumo la presenza di persone ancora vive sotto le macerie. «Si è salvato grazie all'abbigliamento pesante, adatto per resistere sulla neve» ha detto ancora la zia Simona, nel frattempo raggiunta dalla sorella Laila, dal cognato Riccardo e da altri parenti, tutti in angoscia per Nadia e Sebastiano.

Una favola lieta anche quella del piccolo Samuel, 8 anni, figlio di Domenico Di Michelangelo, poliziotto al commissariato di Osimo, e di mamma Marina Serraiocco, di Chieti. Loro sono ancora ufficialmente nella lista dei dispersi ma Samuel ce l'ha fatta, è stato estratto sano e salvo facendo tirare almeno un sospiro di sollievo allo zio Alessandro, anche lui in polizia, che per tuta la giornata ha seguito le operazioni di soccorso dall'ospedale di Pescara ed è stato aggiornato minuto dopo minuto dai colleghi.

Mano nella mano con la moglie, Valentina Cicioni, fino a quando i vigili del fuoco lo hanno salvato. Lo ha raccontato ai suoi soccorritori Giampaolo Matrone, l'ultimo dei superstiti del Rigopiano arrivato poco dopo le 8 all'ospedale di Pescara. «Le stringevo la mano e le parlavo per tenerla sveglia perché volevo che rimanesse sempre vigile. La chiamavo, poi a un certo punto non l'ho sentita più e ho capito che mi stava lasciando». Vicino a lui, Matrone ha raccontato di un'altra donna che non dava segnali di vita.

Intanto si è conclusa l'operazione chirurgica su Matrone. L'operazione al giovane 34enne di Monterotondo è durata poco più di un'ora, poi Giampaolo è stato trasferito nell'Unità Operativa di Rianimazione del «Santo Spirito». Le sue condizioni, come hanno riferito i medici, sono discrete.

L'ultima foto che i due coniugi hanno postato su Facebook, vista adesso, è straziante. È scattata all'Hotel Rigopiano, martedì sera. C'è una bufera bianca, un cumulo di neve: «Nevica poco» la didascalia scherzosa. Giampaolo è riuscito ad uscire vivo da sotto le macerie dell'hotel. Di Valentina Cicioni, di Mentana, non si hanno invece notizie.

La valanga ha cancellato via quel piccolo angolo di paradiso tra i monti che i due avevano scelto per rilassarsi un po', e ora tutta Monterotondo, cittadina a pochi chilometri da Roma, prega per loro e si stringe attorno alla figlia di pochi anni, che fortunatamente era stata lasciata ai nonni.

Giampaolo è il titolare della "Deliziosa", un grosso bar-pasticceria in una zona centrale di Monterotondo. Tifoso laziale, un viso sorridente dietro al bancone che tanti, in città, ricordano con simpatia. Valentina, di Mentana, è infermiera al blocco operatorio del policlinico "Gemelli" di Roma, un ospedale che ora tra un ricovero e un intervento segue col fiato sospeso gli sviluppi della vicenda, con le colleghe in ansia nei corridoi che si scambiano informazioni e notizie.

Gli amici, ma anche i perfetti sconosciuti che hanno letto sui giornali i nomi dei dispersi, si sono dati però appuntamento sulle pagine social della coppia, dove in queste giornate le ultime foto dei due ragazzi in ferie hanno raccolto nei commenti speranze, preghiere, messaggi di incoraggiamento. Una "bacheca" spontanea su cui scambiarsi aggiornamenti letti sui siti di informazione o ascoltati al telegiornale. «Giampaolo stringi forte la mano a Valentina e togliti la neve di torno e torna da noi a Monterotondo che siamo in tanti ad aspettarvi... ma soprattutto tua figlia», scrive una ragazza. Qualcuno annuncia: «Ragazzi, hanno ritrovato persone vive» e riparte la speranza: «Dai che state per uscire da quest'inferno». Ed è sui social che si comincia a diffondere la notizia, dopo tante ore d'ansia, che Giampaolo è vivo. «E ora, Valentina, tocca a te» scrivono adesso gli amici.

Doveva essere una vacanza attesa, voluta. Un sogno. Fuori, la neve; dentro, tutti i comfort del resort. Su Facebook i due ragazzi avevano documentato in foto perfino il viaggio in auto. Alle 14 di martedì dall'autostrada avevano postato una veduta del Gran Sasso innevato, e pochi minuti dopo un cielo gonfio e grigio di neve.

«Qui nevica» il commento di Valentina. Un amico la prende in giro: «Ma dò annate cò 'sto tempo», senza poter immaginare di essere tragico profeta. Valentina e Giampaolo non possono sospettare nulla di ciò che accadrà: sono le 19,30 e sono arrivati alla porta del resort, tra abeti innevati, addobbi ancora natalizi, un senso di calore oltre i vetri pesanti. Clic, condividi. «Brava - scrive alla ragazza un'amica - il luogo ideale per allontanare tutto lo stress e non solo, buon relax». Valentina risponde con l'emoticon di un bacino. L'ultimo segnale prima dell'ultima foto: «Nevica poco». Poi più nulla fino alla notizia di Giampaolo: un'esplosione di gioia. Ma agli amici non basta. Ora vogliono un'altra foto su Facebook: loro due, di nuovo insieme.


Short URL: http://2cg.it/48k

 

dicecca.net - Web Site
Powered by dicecca.net - Web Site


Fondato nel 1799 da Carlo Lauberg ed Eleonora de Fonseca Pimentel
© 1799 - 2021 - MONITORE NAPOLETANO
Anno CCXXII
Periodico mensile registrato presso il Tribunale di Napoli Num. 45 dell' 8 giugno 2011
ISSN 2239-7035 (del 14 luglio 2011)
Direttore Responsabile & Editore: GIOVANNI DI CECCA


MONITORE NAPOLETANO is a brand of dicecca.net - Web Site
2cg.it, short url redirector maker is a brand of dicecca.net - Web Site
calcio.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
olimpiadi.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
byte.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
MagnaPicture.com - Photo Agency is a brand of dicecca.net - Web Site