LIBERTÀ
EGUAGLIANZA
MONITORE NAPOLETANO
Fondato nel 1799 da
Carlo Lauberg ed Eleonora de Fonseca Pimentel
Anno CCXXII

Rifondato nel 2010
Direttore: Giovanni Di Cecca

Coronavirus - Cosa fare in caso di emergenza Stampa
Scritto da Redazione   
Domenica 23 Febbraio 2020 01:13

>>> [PDF] Come Comportarsi col Coronavirus del Istituto Superiore di Sanità

Coronavirus, cosa fare se si presentano i sintomi. Come affrontare l'emergenza senza panico. In Italia sono al momento 29 i contagiati, due le vittime. Ecco un vademecum sul comportamento del coronavirus conosciuto come Covid-19, responsabile della malattia indicata col nome di Sars-CoV 2.

Numero Regionale Campania: 800 90 96 99

Numeri Nazionali: 112 - 1500

 

 

I SINTOMI
Giovanni Rezza, responsabile malattie infettive ed epidemiologia dell’Istituto Superiore di Sanità, in un'intervista al Corriere della Sera afferma che «in tutte le malattie respiratorie l’eventualità di una trasmissione in assenza di sintomi (febbre, tosse, raffreddore, congiuntivite) non può essere esclusa e fin dall’inizio dell’attuale epidemia l’ipotesi è stata presa in considerazione. È accertato però che le possibilità di contagio crescono proporzionalmente ai sintomi».

COME PROTEGGERSI
Come riferisce Rezza sul Corriere della Sera «le mascherine non servono a meno di non pensare di girare per strada con quelle chirurgiche, senza mai toglierle da bocca e naso, neppure per rispondere al telefono». Fondamentali i comportamenti di igiene personale, soprattutto il lavaggio frequente delle mani. Negli aeroporti sono stati installati distributori di disinfettanti a disposizione dei passeggeri in arrivo. Coprire naso e bocca dopo aver tossito e lavare subito dopo le mani.

COSA FARE IN CASO DI SINTOMI

In caso di sintomi, l'esperto consiglia di contattare il medico di famiglia o chiamare il 1500, il numero del Ministero della Salute o il 112. I medici telefonicamente individueranno eventuali casi da avviare a ulteriori filtri.

DECALOGO DELL'ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ
1 Lavati spesso le mani.
2 Evita il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute.
3 Non toccarti occhi, naso e bocca con le mani.
4 Copri bocca e naso se starnutisci o tossisci.
5 Non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico.
6 Pulisci le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol.
7 Usa la mascherina solo se sospetti di essere malato o assisti persone malate.
8 I prodotti Made in China e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi.
9 Contatta il Numero Verde 1500 se hai febbre o tosse e sei tornato dalla Cina da meno di 14 giorni.
10 Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus.

 

FAQ Coronavirus

 

1. LA DIFFUSIONE
Come si trasmette il coronavirus?
La trasmissione avviene principalmente tramite le goccioline del respiro di una persona infetta (quindi tossendo e starnutendo), ma anche con contatti diretti personali e toccando con le mani contaminate (non ancora lavate) bocca, naso e occhi.

2. L’INCUBAZIONE
Per quanti giorni il virus non si manifesta?
Il periodo di tempo che intercorre fra il contagio e lo sviluppo dei sintomi clinici può variare da caso a caso. Si stima che sia compreso tra 2 e 11 giorni, fino ad un massimo di 14 giorni, ma alcuni casi hanno dimostrato che potrebbero essere necessari anche 27 giorni.

3. I SINTOMI
I contagiati si individuano solo con tosse e febbre?
I sintomi più comuni includono febbre, tosse e sono quindi molto simili a quelli dell’influenza. Ma si possono presentare anche difficoltà respiratorie che potrebbero evolvere in affezioni come polmonite, sindrome respiratoria acuta grave, insufficienza renale.

4. I TEST
Dove andare si pensa di avere la malattia?
Se si è stati esposti a fattori di rischio è opportuno chiamare il numero 1500, messo a disposizione dal Ministero della Salute, per avere indicazioni sui comportamenti da seguire. Il primo test che si effettua è un tampone, per prelevare dalla gola del paziente muco e saliva.

5. LA PREVENZIONE
Come limitare al massimo i rischi di infezione?
Norme di protezione sono lavarsi spesso le mani, mantenere una certa distanza dalle persone ed evitare di toccarsi occhi, naso e bocca. Sarebbe buona norma anche starnutire nel gomito anziché sulla mano, per evitare la propagazione del virus nel caso si fosse infetti inconsapevoli.

6. LE MASCHERINE
Quale tipo è efficace e chi deve indossarle?
Le semplici mascherine chirurgiche (che coprono naso, bocca e mento) hanno un limitato livello di protezione. Per chi ha contatti diretti con persone malate - o per i malati stessi - sono più adatte le mascherine dotate di filtro (Ffp2 o Ffp3), che aiutano a limitare la diffusione del virus.

7. LE CONSEGUENZE
In quali casi si rischia addirittura la morte?
Nell’80-90% dei casi, chi si ammala ha gli stessi sintomi dell’influenza. Gli anziani e le persone con malattie pre-esistenti sono i pazienti più a rischio. In alcuni casi può svilupparsi una polmonite con un ricovero in terapia intensiva nel 4% dei casi. Il tasso di mortalità totale di Covid-19 è al 2,3%.

8. IL TIMORE
Una donna in gravidanza può infettare il feto?
Non sono stati riportati casi di trasmissione dell’infezione da madre a figlio ancora in grembo. I dati recenti riguardo bambini nati da madri con Covid-19 indicano che nessuno di essi è risultato positivo. Inoltre, finora il virus non è stato rilevato nel liquido amniotico.

9. GLI OGGETTI
Quanto tempo resiste il virus sulle superfici?
Il coronavirus può essere potenzialmente infettivo sulle superfici degli oggetti a temperatura ambiente fino a 9 giorni. In compenso non è molto resistente e bastano detergenti a base di candeggina (o disinfettanti a base di alcol o acqua ossigenata) per annientarlo.

10. LA PSICOSI
I luoghi affollati sono davvero così pericolosi?
Per essere prudenti, è meglio non frequentare luoghi affollati, soprattutto se ci si trova in zone in cui si sono verificati i casi di contagio nel Nord Italia. In assenza di stretta necessità, sarebbe anche meglio evitare luoghi come studi medici oppure i pronto soccorso.

 

dicecca.net - Web Site
Powered by dicecca.net - Web Site


Fondato nel 1799 da Carlo Lauberg ed Eleonora de Fonseca Pimentel
© 1799 - 2021 - MONITORE NAPOLETANO
Anno CCXXII
Periodico mensile registrato presso il Tribunale di Napoli Num. 45 dell' 8 giugno 2011
ISSN 2239-7035 (del 14 luglio 2011)
Direttore Responsabile & Editore: GIOVANNI DI CECCA


MONITORE NAPOLETANO is a brand of dicecca.net - Web Site
2cg.it, short url redirector maker is a brand of dicecca.net - Web Site
calcio.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
olimpiadi.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
byte.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
MagnaPicture.com - Photo Agency is a brand of dicecca.net - Web Site