LIBERTÀ
EGUAGLIANZA
MONITORE NAPOLETANO
Fondato nel 1799 da
Carlo Lauberg ed Eleonora de Fonseca Pimentel
Anno CCXXII

Rifondato nel 2010
Direttore: Giovanni Di Cecca

Coronavirus - Milano - Assalto agli ultimi treni per tornare al Sud Stampa
Scritto da Redazione   
Sabato 14 Marzo 2020 10:49

 

>>> Coronavirus - Milano - Fuga dalla Lombardia - In Centinaia alla Stazione - Video

 

Dopo la sospensione dei voli per il Sud e l'Italia ferma, o quasi, non è finita l'idea di tornare al Sud per il Brodino di Mammà!!!

Ancora ieri sera, da Milano c'è stato un mini assalto al treno, unico mezzo di locomozione rimasto in funzione tra Nord e Sud (e non si capisce perché non siano stati sospesi).


A darne notizia dal Nord sono i colleghi de La Repubblica, i quali hanno anche registrato le seguenti denuncie da parte degli operatori:

Il personale viaggiante però denuncia: "Non ci sono garanzie di sicurezza sanitaria, la gente è disposta a viaggiare tutta la notte con persone sconosciute, nella promiscuità obbligata degli spazi di un vagone letto, cioè tre posti, e delle cuccetta a quattro posti". Inoltre, lamenta la mancanza di sicurezza igienica sia per sé che per i viaggiatori: "Noi del personale viaggiante abbiamo un solo paio di guanti e una mascherina per il viaggio di andata e per il ritorno". Stretti i controlli della polizia ferroviaria sugli accessi, gli agenti fanno mantenere rigorosamente le distanze di sicurezza e esigono l'autocertificazione. Ma come diceva uno di loro, "non si capisce perché tutta questa gente possa partire, visto che l'ultima ordinanza ha fermato l'Italia".

In tutto questo ieri il Governatore De Luca, in conferenza Stampa, nel quale si è fatto ormai lo stillicidio dei numeri da Fronte di Guerra (anche se sempre meno drammatici di quelli del Nord), in cui la Campania tutta raggiunge i 284 contagiati.

Piccoli numeri che però possono crescere anche in fattore esponenziale.

A tal proposito la Regione Campania ha sviluppato una previsione per meglio disporre la possibilità di poter allestire le varie ospedalizzazioni

 

 

file icon Regione Campania - Ordinanza n. 15 del 13/03/2020


file icon Regione Campania - Ord. N° 16 del 13-03-2020

 

file icon DPCM 11 Marzo 2020 Ulteriori restrizioni per il contenimento del Covid-19



Le tre curve sono costruite in base all'andamento della registrazione dei nuovi casi ogni settimana e contati giorno per giorno. «Questa modalità di costruzione delle previsione - spiega Conenna - sconta un'approssimazione legata al tipo di selezione dai casi da sottoporre al tampone. Non è una previsione raffinata dal punto di vista epidemiologico ma piuttosto una misura grezza del fabbisogno di posti letto cui andiamo incontro». Nello scenario di incremento dei casi meno grave, al picco del 14 aprile corrisponde dunque un fabbisogno di 101 posti letto di rianimazione che moltiplicati per 4 danno il valore delle degenze totali necessarie dedicate alla cura della malattia che appunto richiede l'ospedalizzazione per il 40% dei casi positivi di cui il 10% circa da assistere in rianimazione. Nello scenario intermedio le unità intensive sono invece attestate su un fabbisogno di 112 letti intensivi e in quello più catastrofico tale quota sale a un valore di 150 letti sempre da tenere pronti entro il picco atteso del 14 aprile.


«Le tre ipotesi - dice dal Direttore Sanitario dell'Azienda Sanitaria ei Colli Rodolfo Coenna - sono costruite dall'osservazione di quanto accaduto in Lombardia dove si è visto che la degenza media è di 21 giorni. Ciò consente di calcolare in tempo medio in cui tali unità siano progressivamente liberate man mano che migliorano le condizioni cliniche. La quantità in sequenza dei nuovi casi disegna l'andamento delle tre curve e i tre diversi scenari. Negli ultimi giorni abbiamo visto che la velocità di incremento è leggermente aumentata. In base al cambiamento di questa progressione possiamo avere un anticipo o una posticipazione del picco nell'arco di una settimana o 10 giorni. Ovviamente lo scopo è quello di farci trovare pronti all'ondata di piena in arrivo evitando la completa paralisi del servizio sanitario a cui abbiamo drammaticamente assistito in Lombardia. Qui l'ondata è stata violenta e improvvisa». L'obiettivo insomma è essere più veloci del virus. Strade e piazze deserte servono a tagliare le linee di ponte del nemico e lo stop alle attività ordinarie e non urgenti di Asl e ospedali ad organizzare le trincee nella guerra contro il virus concentrando per tempo i rifornimenti dalla retrovie. «Se volessimo riferirci allo scenario lombardo - spiega Conenna - avendo oggi la Lombardia 600 ricoverati in rianimazione potremmo arrivare noi qui in Campania, in base alla popolazione residente, ad averne 400 nello scenario peggiore».

A partire dai prossimi 10 giorni si faranno sentire le misure di contenimento. «Dobbiamo assolutamente appiattire le curve in modo che lo stesso numero di malati giunga all'attenzione dei medici in un arco di tempo più lungo senza saturare le nostre capacità assistenziali». I posti di rianimazione messi a disposizione della rete sanitaria in questa fase iniziale della guerra è di 45 unità divise tra Cotugno (8) Policlinico (13), Monaldi (16, qui era atteso ieri il deputato salernitano edmondo Cirielli) e il resto negli ospedali di Caserta, Benevento, La Schiana di Pozzuoli. A metà della prossima settimana con l'attivazione dei 12 posti del Loreto mare, gli 8 posti della palazzina intramoenia del Cardarelli riconvertita a cui si aggiungono i 4 di sub intensiva e delle altre unità del piano da riconvertire da quelli oggi disponibili per le attività chirurgiche ordinarie tutte sospese si arriverà a quota 100. Per poi procedere in base alle tabelle di previsione fino agli scenari più catastrofici.

 

dicecca.net - Web Site
Powered by dicecca.net - Web Site


Fondato nel 1799 da Carlo Lauberg ed Eleonora de Fonseca Pimentel
© 1799 - 2021 - MONITORE NAPOLETANO
Anno CCXXII
Periodico mensile registrato presso il Tribunale di Napoli Num. 45 dell' 8 giugno 2011
ISSN 2239-7035 (del 14 luglio 2011)
Direttore Responsabile & Editore: GIOVANNI DI CECCA


MONITORE NAPOLETANO is a brand of dicecca.net - Web Site
2cg.it, short url redirector maker is a brand of dicecca.net - Web Site
calcio.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
olimpiadi.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
byte.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
MagnaPicture.com - Photo Agency is a brand of dicecca.net - Web Site