LIBERTÀ
EGUAGLIANZA
MONITORE NAPOLETANO
Fondato nel 1799 da
Carlo Lauberg ed Eleonora de Fonseca Pimentel
Anno CCXXI

Rifondato nel 2010
Direttore: Giovanni Di Cecca

E' morto Omar Sharif indimenticabile protagonista del Dott. Zhivago Stampa
Scritto da Redazione   
Venerdì 10 Luglio 2015 15:17

L'attore egiziano Omar Sharif, famoso soprattutto per le sue interpretazioni in film di culto come Lawrence d'Arabia e il Dottor Zivago, è morto. Aveva 83 anni e da tempo era malato di Alzheimer.



Sharif ha vinto due Golden Globe ed è stato nominato all'Oscar per la sua interpretazion dello sceriffo Ali ni Lawrence d'Arabia nel 1962 e un altro Golden Globe tre anni dopo per l'interpretazione del dottor Yuri Zivago nel famoso film di David Lean.

"Ha avuto un attacco al cuore questo pomeriggio al Cairo", ha detto il suo agente Steve Kenis.

Uno degli ultimi film girati dal grande attore è stato "Fuoco su di me" di Lamberto Lambertini, girato a Procida nel 2006. La storia si svolge a Napoli nel 1815, negli ultimi anni di regno del re Gioacchino Murat: un sovrano capace di infiammare la volontà popolare verso il sogno prematuro di un'Italia Unita con Napoli capitale.

Alla trama storica è affiancata anche la storia del nobile Eugenio (Massimiliano Varrese) che, dopo anni di lontananza in Francia, torna a casa a Napoli, a causa di una ferita riportata in battaglia, dal nonno il Principe Nicola, interpretato proprio dalla star egiziana oggi scomparsa.


Biografia

Sharif nasce ad Alessandria d'Egitto il 10 aprile del 1932, figlio di Joseph Shalhoub e di Claire Saada, ambedue immigrati libanesi originari di Zahle e di religione cattolica greco-melchita. Si diplomò presso il Victoria College di Alessandria, quindi conseguì la laurea in matematica e fisica all'università del Cairo. In seguito, lavorò con suo padre nel commercio del legname.

Nel 1953 iniziò la sua carriera di attore, con un ruolo nel film egiziano Ṣirāʿ fī l-wādī (titolo inglese: The Blazing Sun, lett: Lotta sul fiume), il cui giovane regista era Yusuf Shahin.

Il suo primo film in inglese fu Lawrence d'Arabia del 1962. L'interpretazione gli fece guadagnare una nomination agli Oscar come miglior attore non protagonista. Tre anni dopo interpretò il dottor Yuri Živago nell'omonimo film di David Lean, con un'interpretazione che gli valse il Golden Globe 1966 nella categoria miglior attore in un film drammatico.

Nel 1988 è uno dei grandi ospiti del Raffaella Carrà Show su Canale 5, primo varietà Fininvest condotto da Raffaella Carrà.

Nel 2003 ha interpretato il protagonista di Monsieur Ibrahim e i fiori del Corano, vincendo il premio del pubblico per il miglior attore alla 60ª Mostra del Cinema di Venezia - accompagnata quell'anno dal Leone d'Oro alla carriera - e, nell'edizione 2004, il Premio César per il migliore attore.

Omar Sharif parla correntemente arabo, francese, inglese ed italiano, lingue nelle quali ha anche recitato e girato dei film, oltre a greco e turco.

Salute e Morte

Nel maggio 2015 è stato annunciato che Sharif era affetto dal morbo di Alzheimer, confondendosi nel ricordare alcuni dei più grandi film della sua carriera, ha dichiarato suo figlio Tarek El-Sharif.

Sharif è morto il 10 luglio 2015 dopo un attacco di cuore in un ospedale del Cairo, in Egitto, all'età di 83 anni

Vita privata

È stato brevemente legato a Barbra Streisand. Nel 1955, per poter sposare la star egiziana Faten Hamama, si convertì dal Cristianesimo all'Islam, assumendo quindi il nome di Omar El-Sharif, cosa che aumentò vertiginosamente la sua popolarità nel mondo arabo. La coppia ebbe un figlio, Tarek, che apparve come Yuri all'età di otto anni nel film Il dottor Živago. I due si separarono nel 1966 e il matrimonio finì con un divorzio nel 1974.

Ha due nipoti, Omar (anch'esso attore) e Karim.

Nel 1992 ha subito un'operazione per un triplo bypass e due anni dopo ha avuto un leggero infarto.

Il 5 agosto 2003 è stato condannato a una reclusione in carcere per un mese per aver colpito un poliziotto in un casinò dei sobborghi di Parigi nel giugno dello stesso anno. Fu anche multato e gli fu imposto di pagare una somma come risarcimento dei danni provocati al poliziotto.

Si disse che fosse stato messo sulla lista emessa dal gruppo terroristico di al-Qāʿida nel novembre 2005 per aver recitato la parte di San Pietro in un film prodotto per la televisione italiana. In altre occasioni ha anche causato diverse controversie sostenendo la tolleranza dei musulmani verso gli ebrei e i cristiani.

Carriera come giocatore

Sharif è uno dei più affermati giocatori di bridge del mondo.

È stato autore e coautore di parecchi libri sul bridge ed ha legato il suo nome persino a un gioco di bridge per computer.


Cinema

  • Lotta nella valle - Cielo d'Inferno (Ṣirāʿ fī l-wādī) (1954)
  • I giorni dell'amore (Goha), regia di Jacques Baratier (1958)
  • Lawrence d'Arabia (Lawrence of Arabia), regia di David Lean (1962)
  • La caduta dell'impero romano (The Fall of the Roman Empire), regia di Anthony Mann (1964)
  • E venne il giorno della vendetta (Behold a Pale Horse) (1964)
  • Le meravigliose avventure di Marco Polo - Lo scacchiere di Dio (La fabouleuse aventure de Marco Polo), regia di Denys de la Patellière (1965)
  • Gengis Khan il conquistatore (Gengis Khan), regia di Henry Levin (1965)
  • Una Rolls-Royce gialla (The Yellow Rolls-Royce), regia di Anthony Asquith (1965)
  • Il dottor Zivago (Doctor Zhivago), regia di David Lean (1965)
  • Il papavero è anche un fiore (Poppies Are Also Flowers), regia di Terence Young (1966)
  • C'era una volta..., regia di Francesco Rosi (1967)
  • La notte dei generali (The Night of the Generals), regia di Anatole Litvak (1967)
  • Funny Girl, regia di William Wyler (1968)
  • Mayerling, regia di Terence Young (1968)
  • L'oro di Mackenna (Mackenna's Gold), regia di J. Lee Thompson (1969)
  • Che!, regia di Richard Fleischer (1969)
  • L'ultima valle (The Last Valley) (1971)
  • Cavalieri selvaggi (The Horsemen) (1971)
  • Gli scassinatori (La Casse), regia di Henri Verneuil (1971)
  • Il diritto d'amare (Le droit d'aimer) (1972)
  • L'isola misteriosa e il capitano Nemo (1973)
  • Il seme del tamarindo (The Tamarind Seed), regia di Blake Edwards (1974)
  • Juggernaut, regia di Richard Lester (1974)
  • Funny Lady, regia di Herbert Ross (1975)
  • Un asso nella mia manica (Crime and Passion) (1976)
  • Ashanti (Ashanti: Land of No Mercy), regia di Richard Fleischer (1979)
  • Linea di sangue (Bloodline), regia di Terence Young (1979)
  • La volpe, il lupo e l'oca selvaggia (S+H+E: Security Hazards Expert) (1980)
  • Baltimore Bullet (The Baltimore Bullet) (1980)
  • Beniamino segugio celeste (Oh! Heavenly Dog) (1980)
  • Ghiaccio verde (Green Ice) (1981)
  • Top secret! (1984)
  • Padiglioni lontani (The Far Pavilions) (1984)
  • Dostoevskij - I demoni (Les Possédés) (1988)
  • Le chiavi della libertà (Keys Of Freedom) (1989)
  • Viaggio d'amore (1990)
  • Le montagne della luna (Mountains of the Moon) (1990)
  • Il ladro dell'arcobaleno (The Rainbow Thief) (1991)
  • Quella strada chiamata paradiso (588, Rue Paradis), regia di Henri Verneuil (1992)
  • Il tredicesimo guerriero (The 13th Warrior) (1999)
  • Monsieur Ibrahim e i fiori del Corano (Monsieur Ibrahim et les fleurs du Coran) (2003)
  • Oceano di fuoco - Hidalgo (Hidalgo) (2003)
  • Fuoco su di me (2005)
  • Le cronache di Narnia - Il leone, la strega e l'armadio (The Chronicles of Narnia: The Lion, the Witch and the Wardrobe) (2005) (voce di Aslan nella versione italiana)
  • 10.000 A.C. (10,000 B.C.) (2007)
  • Hassan and Marcus (2008)
  • Un castello in Italia (Un château en Italie), regia di Valeria Bruni Tedeschi (2013)

Televisione

  • Pietro il Grande (Peter The Great) (1986), miniserie tv
  • Harem (1986), miniserie tv
  • Il principe del deserto – miniserie TV (1991)
  • Mayrig, miniserie Tv (1992)
  • Aquila rossa (Lie Down With Lions) (1994) film TV
  • Caterina di Russia (Catherine the Great), regia di Marvin J. Chomsky - miniserie TV (1996)
  • I viaggi di Gulliver (Gulliver's Travels), regia di Charles Sturridge – miniserie TV (1996)
  • San Pietro, Film Tv (2005)
  • Una notte con il re (One Night with the King), Film Tv (2006)

Riconoscimenti ufficiali

Premio Oscar

Nomination

  • Miglior attore non protagonista, per Lawrence d'Arabia (1963)

Golden Globe

Vinti

  • Miglior attore debuttante, per Lawrence d'Arabia (1963)
  • Miglior attore non protagonista, per Lawrence d'Arabia (1963)
  • Miglior attore in un film drammatico, per Il dottor Zivago (1966)

UNESCO

Nel novembre del 2005, gli è stata conferita una medaglia all'onore dall'UNESCO, come riconoscimento dei suoi contributi significativi al mondo del cinema e alla diversità culturale.

Short URL: http://2cg.it/1xv

 

dicecca.net - Web Site
Powered by dicecca.net - Web Site


Fondato nel 1799 da Carlo Lauberg ed Eleonora de Fonseca Pimentel
© 1799 - 2020 - MONITORE NAPOLETANO
Anno CCXXI
Periodico mensile registrato presso il Tribunale di Napoli Num. 45 dell' 8 giugno 2011
ISSN 2239-7035 (del 14 luglio 2011)
Direttore Responsabile & Editore: GIOVANNI DI CECCA


MONITORE NAPOLETANO is a brand of dicecca.net - Web Site
2cg.it, short url redirector maker is a brand of dicecca.net - Web Site
calcio.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
olimpiadi.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
byte.pw, is a brand of dicecca.net - Web Site
MagnaPicture.com - Photo Agency is a brand of dicecca.net - Web Site